­­­­
Dai fratelli GARAVAGLIA a SILGA

Nascono ad Inveruno, piccolo paese vicino a Magenta (Nord di Milano) Davide nel 1913 e Battista nel 1915. Giovani entrambi arrivano a Milano, per
intraprendere l’ attività commerciale di vendita di casalinghi come ambulanti, sui mercati di Milano. Battista sposa nel 1937 Ester Ghirardelli a Milano, la quale gestirà per diversi anni un negozio di casalinghi in viale Coni Zugna, angolo via Savona, tuttora esistente. Dopo alcuni anni di “mercati” a Milano, la guerra interrompe la loro attività: Davide parte per l’Africa e Battista per la Russia. Al loro ritorno decidono di passare dal commercio di articoli casalinghi in alluminio alla produzione degli stessi, con una attività piccola, ma già qualificata: TUTTO PER LA CASA dei Fratelli Garavaglia, a Milano, in via Solari (1950). Costruiscono poi casa e azienda in via Stendhal 68 (1953) dove acquisiscono buoni clienti sia italiani che internazionali (magazzini Standa, magazzini Priba in Belgio, Nouvelle Gallerie in Francia, Vroom e Dressmann in Olanda e Woolworth in UK). L’ampliarsi della produzione porta i fratelli Garavaglia a trasferire l’attività a Corsico, in Via Carducci 8 (1955), con la forma societaria di “TUTTO PER LA CASA snc”. Gli articoli, sempre più qualificati, vengono prodotti in acciaio inossidabile, una lega studiata e messa in commercio da pochi anni. Siamo negli esplosivi anni ’50 e ’60 che vedono il passaggio da una realtà di tipo artigianale ad una di tipo industriale e più organizzata. L’Italia ed il suo mondo imprenditoriale stanno attraversando il famoso “boom economico” degli anni ’60. Davide Garavaglia, il più anziano dei due fratelli, muore purtroppo nel 1965 ed il figlio Ennio affiancherà lo zio Battista nella gestione della TUTTO PER LA CASA. Motivi storici e societari portano in questi anni alla costituzione della società ICIT srl in via Carducci 10, Corsico, e poi al suo trasferimento in via Lomellina 23 a Buccinasco (1970). Negli anni ’70 importanti gruppi stranieri entrano a far parte della clientela dando un sensibile impulso all’attività produttiva dei casalinghi inox. Si intraprendono nuove attività e si costituiscono società con i nuovi clienti (gruppo Fissler Germania). Le aziende che nascono da queste iniziative, vedono la compartecipazione della AMC Internazional, gruppo svizzero di commercializzazione, con il gruppo Garavaglia. Si avviano produzioni moderne ed automatizzate per soddisfare le importanti richieste di questi gruppi. Tra le società fondate con il gruppo AMC citiamo, oltre alla ICIT, la CISA SpA di Passirana di Rho per la produzione di servizi di cottura e la Inox SILGA SpA per la produzione di vassoi e complementi per la cucina, sempre in acciaio inox.
Battista Garavaglia, nel frattempo, aveva iniziato una nuova attività per la produzione di apparecchi di illuminazione con la società GAMAR costituita nel 1958, in via Parini 27-29 a Corsico, con lo zio Angelo Mariani. La società si scioglierà dopo pochi anni per diventare SILGA nel 1967 con l’ingresso nell’impresa del figlio Fulvio, ventenne giovane universitario. Gli anni ‘70 manterranno il buon tenore di vita degli italiani e degli europei ma vedranno anche emergere le prime crisi energetiche e sociali, con conseguenti aumenti delle materie prime e dei costi della manodopera. SILGA, situata ora in Via Veneto 15 a Buccinasco, deve affrontare anni di grosse difficoltà organizzative, produttive e finanziarie da cui si riprende a metà degli anni ‘70 entrando negli anni ‘80 in buona salute, per affrontare le importanti sfide future. Nel 1983 muore dopo breve malattia Battista Garavaglia, fondatore di molte società ed ideatore vulcanico di sempre nuove attività industriali, lasciando al figlio Fulvio, trentaseienne, la gestione delle società in compartecipazione con AMC International (CISA, ICIT e Inox SILGA) oltre alla gestione di SILGA. La medesima era già diretta sin dalla sua costituzione dal figlio Fulvio il quale viene ora affiancato dai cognati Giorgio e Nico, nella
funzione di direttori tecnici, rispettivamente Giorgio per CISA e Nico per ICIT, mentre il cugino Claudio resta direttore di produzione nella società Inox SILGA. Tale situazione societaria ed amministrativa rimane invariata fino agli inizi degli anni ’90, quando succedono due fatti importanti per le famiglie Garavaglia e le loro società. La prima, è la cessione di TUTTO PER LA CASA gestita ed amministrata dopo la morte di Battista da Ennio Garavaglia, con l’uscita dal capitale sociale di tutte le famiglie Garavaglia ed il conseguente cambio di nome (da parte di coloro che succedono nella gestione) in TUTTO e la seconda, la separazione da AMC International. Le società ICIT-CISA-Inox SILGA vengono cedute ad AMC International nei primi anni ‘90, mentre SILGA rimane alla famiglia Garavaglia. La famiglia Garavaglia e la famiglia Fissler, ognuno dunque per la sua strada, continueranno però a collaborare, quando necessario. I cognati Giorgio e Nico con il cugino Claudio, dopo la separazione da AMC entreranno in SILGA e continueranno a svolgere le loro funzioni seguendo Fulvio nell’avventura imprenditoriale. Il 1990 vede poi l’importante incontro di SILGA con un grande personaggio della vendita diretta di servizi da cucina, nei paesi dell’Est (il Muro era caduto nel 1989) il sig. Milan Jankovic, presidente della ZEPTER International, che da allora diventerà uno dei più importanti clienti della SILGA, rimanendo tale per oltre 20 anni (tuttora buon amico). A lui verranno proposti e poi con lui sviluppati, oltre agli intramontabili servizi di cottura EKOLOGA di SILGA
in acciaio inossidabile, per cottura senza acqua e senza grassi, anche importanti progetti come il coperchio a pressione Syncro-Clik ed i bicchieri Magic Harmony, di brevetto SYNKRONA. Nel 1992 SILGA inizia a lavorare anche con Rösle, importante azienda di Marktoberdorf, nell’ Oberallgau in Baviera. La linea TEKNIKA di SILGA, robusta ed elegante, si affiancherà ai prodotti di Rösle altamente specializzati e di grande design, iniziando una distribuzione capillare in Germania ed in Europa. TEKNIKA by SILGA ed Öffene Küche formeranno un binomio intramontabile per oltre 20 anni. Nel 1995 il settore alberghiero, in cui SILGA decise di inserirsi negli anni ’80 con i marchi EUROSILGA (serie pesante) ed EUROELLE (serie leggera), comincia a riscuotere grandi interessi nel gruppo Fissler con le forniture dei prodotti per l’hotellerie in Germania ed in Austria. Va ricordato che nel 1981 era stato fatto un grande investimento da parte di SILGA a Mazzo di Rho costruendo un capannone da adibire alla produzione dell’alberghiero e del comunitario in genere. Sul finire degli anni ’90 e all’inizio del 2000 SILGA decide di affrontare mercati lontani e difficili come la Corea, Taiwan, il Giappone con fiere a Seoul, Hong Kong, Tokio. Sono mercati tuttora riforniti coi nostri prodotti perché il nostro design ed il Made in Italy riscuotono ancora grande successo in questi paesi. Anche il Brasile, gli Stati Uniti ed il Canada sono paesi in cui i prodotti SILGA trovano buona accoglienza e sono tuttora diffusi con generale soddisfazione.
In questi paesi ci siamo fatti dei buoni amici come Mario Bianchi, direttore generale di TRAMONTINA Brasile, purtroppo recentemente scomparso ed Antonio Galafassi, CEO di TRAMONTINA Houston. In TRAMONTINA si respira sempre un’atmosfera tipicamente Italiana nonostante siano passati molti anni dalla sua fondazione da parte di una famiglia italiana. Non dimentichiamo che verso la fine degli anni 2000 si innesca, in Europa e nel mondo, una grave crisi finanziaria che genera subito paura nei consumatori di ogni genere, frenando conseguentemente le attività industriali e produttive. E’ una crisi da cui il mondo non si riprenderà facilmente. Motivo per il quale le industrie continuano a soffrire tuttora, nonostante siano passati parecchi anni. Nel 2007 la nostra famiglia apprende la notizia della chiusura definitiva della Soc. TUTTO, trasferitasi da Corsico a
Buccinasco. La cosa naturalmente, pur non riguardandoci sul piano economico, ha avuto comunque, in noi Garavaglia, una particolare risonanza affettiva, essendo stata la prima società costituita dai fratelli Garavaglia nel 1946 ed avendo ancora al suo interno dei Garavaglia come collaboratori. Non dimentichiamo che, dopo la caduta del Muro di Berlino, SILGA aveva subito cercato di penetrare i nascenti mercati dell’Est allora sconosciuti, facendo fiere a Mosca ed in Cecoslovacchia. Tra questi mercati emergerà con forza, dopo qualche anno, la Polonia, diventando per noi il paese di maggior soddisfazione tra tutti. L’evento, infatti, che segnerà l’anno 2000, sarà l’incontro con due ragazzi di Varsavia, intraprendenti e simpatici, con i quali dopo qualche anno di collaborazione costruiremo un più stretto rapporto societario che ci porterà ad essere, nel giro di pochi anni, leader sul mercato polacco. La serie EKOLOGA, ideata dalla SILGA, molti anni prima ma sempre estremamente attuale, per la vendita diretta (cottura senza acqua e senza grassi) si adatterà alle esigenze del fondatore della PHILIPIAK, Tomasz Filipiak ed ai suoi mercati, diventando così un set conosciuto e ben distribuito in tutto il territorio polacco. Piotr Starzyk, il secondo dei due ragazzi di Varsavia, fondamentale collaboratore di Tomek, è da noi considerato il “ponte” tra la PHILIPIAK e la SILGA. È grazie anche a lui che le due aziende hanno sempre trovato, e trovano, punti d’incontro per sviluppare nuovi progetti o
migliorare quelli esistenti.

Supplier of pots and pans for party system sales organizations, customized.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo sito utilizzati
si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili
alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso
a tutti o ad alcuni cookie, consulta la

cookie policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link
o proseguendo la navigazione in altra maniera
acconsenti all'uso dei cookie.